Attenzione !!!! Questo sito usa cookie di terze parti. Utilizzando questo sito acconsenti al loro utilizzo.

Anno nuovo, nuove cronache

Il neo avvocato esalta e bacchetta - Non si accettano  lamentele.

 

Carmine in azione a Nocera

Giornata importate per la Podistica Il Parco, si corre il consueto appuntamento del mese di Gennaio, Il memorial Franco Di Maio.

Ogni anno, Nocera è terra di conquiste per i podisti corallini che hanno sempre sfruttato l’agile percorso Nocerino per ottenere i primati personali, nonostante la gara si tenga solo all’inizio dell’anno.

Massimo D’Urzo ci ha subito tenuto a non smentire la tradizione positiva della gara, la pistola alla partenza fuma e il proiettile è già davanti che corre più veloce della luce, con il suo 36’41” brucia sul filo di lana i diretti avversari che non possono far altro che stringere i denti alle sue spalle.

Anche l’esordiente Zicchinolfi Francesco, si comporta molto bene e piazza alla prima uscita un bel 42’59”. Vedremo se il ragazzo riuscirà a reggere la pressione dei tifosi che si aspettano tanto da lui.

Peccato per Antonio del Gatto, per lui solo la sesta posizione nella classifica di categoria, sfiorato il podio, che sono sicuro, lo vedrà presto protagonista.

Sorride, a denti stretti, Salvatore Lovidini. Ancora una volta Penna Bianca vede premiati i propri sforzi piazzandosi sul gradino più basso del podio, unico atleta oggi a conquistare un premio di categoria. Peccato che non abbia potuto ritirarlo a causa di un “errore” in classifica che lo ha visto declassato al sesto posto fino a qualche ora dopo la gara.

Instancabile Vincenzo Bitonnese, che dopo aver corso dieci chilometri di riscaldamento, trova la forza di chiudere la gara in 44’51”, forse si prepara per le lunghe distanze? Vedremo.

Recupero sorprendente per l’ultras Raffaele Esposito che in poche settimane migliora di oltre un minuto, ai microfoni a fine gara ha dichiarato:”oggi non ce n’era per nessuno”.

E ora veniamo alle note dolenti. In primis Mario Buhne che rinvia ancora una volta l’esordio nella categoria mm75. La strada sembra essere ancora in salita per Giovanni Brunasso, l’atleta non riesce più ad esprimere il suo immenso talento. Non prendertela Giovanni, i tempi bui vengono per tutti, ed anche se sembrano durare tanto, prima o poi la luce in fondo al tunnel arriva sempre e da quel momento in poi il divertimento e la soddisfazione saranno maggiori di quanto tu possa aver provato fino ad oggi.

Infine cari lettori, vi comunico il mio allontanamento dalle gare per un po', purtroppo oggi ho subito l’ennesimo infortunio, ma non preoccupatevi, continuerò a seguirvi e a scrivere di voi, perché tutti devono conoscere le imprese dei leoni corallini.

Arrivederci a presto.

 

comments
Allegati
Immagine Tmb

Login

Attenzione ,per il login , bisogna accettare i cookies.

Se vuoi usare le credenziali social.

 

Cerca